Le 7 regole per una Pausa Pranzo buona e salutare

A Pasqua, mantieniti in forma senza rinunciare ai piaceri della tavola!
12/04/2017
Aprile e insonnia: l’alimentazione giusta per dormire e ritrovare il benessere psicofisico
26/04/2017
Mostra tutto

Nella vita frenetica di tutti i giorni, il momento della pausa pranzo è fondamentale per recuperare le energie spese fino a metà giornata e ricaricare le batterie per arrivare a sera.

Per questo, c’è bisogno di un pranzo sano, equilibrato che includa pietanze leggere, salutari e di stagione.

Che cosa occorre mettere in pratica?

Dalla pausa pranzo si può trarre il meglio, basta seguire 7 semplici punti, sia che andiate a mangiare in un ristorante, in un bar, sia che ve lo portiate da casa.

  1. Non saltare il pranzo. Può capitare a tutti ogni tanto, ma l’importante è che non diventi un’abitudine. Saltare i pasti infatti, causa non pochi danni alla salute e può diventare un disturbo dell’alimentazione.
Le conseguenze?

Stress doppio, attacchi di fame, obesità e calo di produttività nel posto di lavoro.

 

  1. Bilanciare i pasti. È importante mantenere il giusto equilibrio tra le porzioni: carboidrati (55-60%), proteine (10-15%), grassi (25-30%).

 

  1. L’ideale è variare. Cambiare i pasti ogni giorno, è meglio. Ma attenti alle porzioni e ai condimenti. La pasta per esempio non dovrebbe superare gli 80 grammi. Se invece pranzate al bar, evitate i panini con le salse come la maionese, la tartara ecc… Evitare anche i fritti e i salumi, in quanto troppo calorosi. Il panino ideale? Pane integrale con bresaola e grana, oppure verdure grigliate e formaggio magro.

 

  1. Evitare dolci e snack. Al bar, davanti alle macchinetta, la tentazione è dura! Quello che c’è da sapere, è che l’assunzione di zuccheri in accesso provoca un calo di insulina, che, a sua volta, aumenta la glicemia, oltre a causare sonnolenza.

 

  1. Bere tanta acqua. L’idratazione è la base dell’alimentazione. Quello che non deve mancare sulla nostra scrivania è una bottiglia d’acqua.

 

  1. Consumare i pasti con calma. Per digerire bene e sentirci sazi, impieghiamo circa mezz’ora, per questo è importante sedersi e mangiare con calma. La fretta, nel consumo dei pasti, rischia di aumentare lo stress, facendoci sentire ancora più stanchi e affamati.

 

  1. L’importanza della merenda. A patto che non siano merendine ipercaloriche, questa pausa ci aiuta a recuperare energia e non avere attacchi di fame. L’ideale sarebbe consumare frutta secca, gallette di riso, yogurt magro con muesli o un frutto di stagione.

 

1 Comment

  1. […] suggerito in un precedente articolo, 7 regole da rispettare per una pausa pranzo buona e salutare, l’importante è variare, quindi potrebbe tornare utile scrivere un piano alimentare […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *