cosa mangiare a natale
Un Natale leggero? Si può!
20/12/2018
dieta dopo le festività
Dieta Post Natale: i consigli di una nutrizionista
03/01/2019
i cibi contro la stanchezza

In alcuni periodi dell’anno ci si può sentire particolarmente stanchi, tale senso di spossatezza può essere dovuto al cambio di stagione o a periodi particolarmente stressanti. La maggior parte delle volte, la stanchezza può essere combattuta modificando l’alimentazione; assumendo dei cibi energetici si riacquisteranno, in breve tempo, tutte le forze.

Quali sono i cibi contro la stanchezza

La stanchezza potrebbe essere dovuta a una dieta irregolare in cui non si apportano all’organismo le giuste quantità di nutrienti a causa del lavoro o della vita frenetica. Per risolverla è opportuno mangiare ad intervalli regolari cibi contenenti: carboidrati, proteine, vitamine e sali minerali.

Carboidrati complessi, amminoacidi, sali minerali e vitamine

I carboidrati sono gli alimenti che forniscono energia al nostro organismo, per questo, nei periodi di spossatezza occorre aumentare le loro dosi. Attenzione a non esagerare con gli zuccheri semplici, contenuti in dolci e snack, danno una carica immediata che, però, svanisce quasi subito e ci si ritrova ad essere più stanchi di prima.

Devi optare, piuttosto, per i carboidrati complessi che rilasciano gradualmente l’energia in essi contenuta; il consiglio è quello di mangiare una porzione di pane o pasta nei pasti principali, meglio se integrali.

Gli amminoacidi sono indispensabili per la sintesi delle proteine. Queste ultime sono definite i “mattoni” del nostro corpo perché sono le principali costituenti dei muscoli e delle ossa, ma sono in grado anche di regolare le reazioni che avvengono all’interno delle cellule.

Seguire una dieta corretta determina il giusto apporto di amminoacidi fondamentali, chiamati così perché devono essere assunti dal cibo, in quanto l’organismo non può sintetizzarli. In tale categoria si annovera la glutammina, una sua carenza potrebbe essere la causa della stanchezza, per questo motivo è opportuno assumerla consumando: carne, pesce o uova.

Altro fattore che può determinare un senso di spossatezza è la carenza di sali minerali, soprattutto potassio e magnesio. Cibi ricchi di tali sostanze sono: banane, mele, frutta secca e legumi.

Dei introdurre nella tua dieta anche le giuste dosi di vitamine, in particolare:

  • la vitamina B1, chiamata anche tiramina, ha la funzione di attivare il metabolismo di proteine e carboidrati. É bene mangiare spesso cibi che la contengono, come: prosciutto crudo, lenticchie, soia e pistacchi, perché l’organismo non l’accumula.
  • La vitamina C è contenuta soprattutto nella frutta come: agrumi, uva, kiwi, ecc. La sua funzione è quella di fortificare le difese immunitarie, rendendo l’organismo più resistente contro virus e batteri.

Consigli alimentari per combattere la stanchezza

Una dieta contro la spossatezza e il calo di forze dovrebbe essere povera di grassi; un aumento del peso corporeo rallenta i movimenti e fa si che ci si stanchi più facilmente.

Nel caso in cui la stanchezza sia causata da un periodo di stress o di calo psicologico devi consumare, come spuntino o a fine pasto, uno o due quadratini di cioccolato fondente che contiene antiossidanti e stimola il rilascio della serotonina, l’ormone del buon umore.

Se vuoi un consiglio sulla tua alimentazione non esitare a contattare la dott.ssa Giulia Altamura, nutrizionista e dietista, per telefono 3809083881 o per e-mail info@altamuragiulia.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *