Gli alimenti ricchi di potassio!
15/03/2018
Ritenzione idrica: come combatterla con l’alimentazione
27/03/2018

Dall’alloro allo zenzero… ogni spezia dona un sapore unico e gustoso ai nostri piatti. C’è chi non le gradisce molto e chi invece non riesce proprio a farne a meno, ma quello che c’è da sapere è che in realtà le spezie, oltre ad esaltare il gusto degli alimenti, hanno proprietà antinfiammatorie, digestive, antisettiche e antitumorali.

Un valido aiuto per le diete iposodiche

Il primo passo per iniziare al meglio una dieta, consiste nell’eliminazione di alcuni alimenti ed in cima alla lista c’è senza dubbio il sale. Certamente, è difficile cucinare piatti leggeri che siano al tempo stesso gustosi, utilizzando poco sale. In questo senso possiamo considerare le spezie come un valido aiuto per la nostra dieta, in quanto oltre ad esaltare i sapori dei piatti, apportano numerosi benefici alla nostra salute. Grazie al loro spiccato aroma, sono in grado di insaporire i piatti, riducendo l’apporto di sale.

Spezie e cura della salute

Fin dai tempi più antichi, le spezie erano utilizzate sia per le loro proprietà aromatizzanti e conservative che per scopi medicinali e per la cura della salute.

Secondo la nutraceutica (scienza che nasce dalla fusione tra nutrizione e farmaceutica), le erbe officinali e le spezie contengono dei principi attivi che hanno un effetto benefico sulla salute. Questi principi attivi sono prodotti dalla pianta per difendersi dagli agenti patogeni.

Analizziamo alcune delle loro proprietà.

Peperoncino

Il peperoncino contiene provitamina A e vitamina C, è fonte di vitamina B2, B3 e potassio. Come sappiamo, apporta numerosi benefici all’apparato cardiovascolare e alla circolazione del sangue. Ha proprietà antisettiche, digestive, e migliora la salute di pelle e mucose. È in grado di proteggere le cellule dallo stress ossidativo e, infine, secondo recenti studi, contribuisce a ridurre il senso di fame.

Coriandolo

Questa spezia è usata soprattutto nella cucina sudamericana ed è un buon rimedio naturale contro coliche addominali, difficoltà digestive e gonfiore.

Curcuma

La curcuma è una delle spezie più studiate negli ultimi anni, grazie alle sue proprietà antitumorali in virtù della presenza di curcumina. La curcuma, inoltre, rende anche la pelle più sana e luminosa.

Salvia

Questa spezia è associata in modo particolare alla salute dei denti, in quanto ricca di calcio, potassio, vitamina A. Inoltre, è ipoglicemizzante e digestiva.

Zafferano

Dal caratteristico colore giallo, ha un forte potere antiossidante, analgesico e potenzia la risposta immunitaria. Inoltre, recenti studi stanno dimostrando una sua azione protettiva sul cervello e sulla memoria con una potenziale riduzione del rischio di insorgenza di queste patologie degenerative.

Zenzero

Come abbiamo visto negli articoli precedenti, lo zenzero ha un elevato potere digestivo e antinfiammatorio, utile per ridurre la nausea, soprattutto se associato ad acqua tiepida e limone.

Alloro

Utilizzato per insaporire molte pietanze, l’alloro può avere un’azione digestiva, antinfiammatoria e carminativa. È in grado di togliere l’aria che si è accumulata nello stomaco e nell’intestino.

Aglio

L’aglio è un potente ipotensivo, ha un elevato potere digestivo in casi in cui non sia presente un reflusso gastroesofageo, utile in particolare nei mesi invernali.

Basilico

Oltre a contenere ferro, calcio, potassio, vitamina A, folati e vitamina C, drena i liquidi corporei e migliora la funzionalità digestiva.

Cannella

Utilizzata per realizzare deliziosi dolci, la cannella ha un profumo caratteristico e dona agli alimenti un sapore unico. Oltre alla sua azione antisettica e digestiva, è usata nella cucina del Nord Europa anche per le sue proprietà carminative.

Il potere salutistico delle spezie non è indagabile attraverso la consultazione della tabella nutrizionale presente sull’etichette degli alimenti, nelle quali vengono riportati unicamente i macronutrienti. Questo può indurre il consumatore a focalizzarsi solo su calorie e grassi, anche se il loro valore nutrizionale, come abbiamo appena visto, dice molto di più!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *